Home
Chi siamo
Teatro dell'oppresso
America Latina
Laboratori - Workshop
In pubblico
Domande Ricorrenti
Link
Ricerca Avanzata
Contattaci
Cambia Lingua
ItalianSpanishPortuguęs do BrasilEnglish
Condivisione
Il Teatro-Invisibile PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Lugli   
domenica, 19 novembre 2006 17:34

IL TEATRO-INVISIBILE

Si tratta di azioni teatrali che si svolgono in luoghi pubblici e prevedono l'interazione  con il pubblico, ignaro di essere all'interno di una situazione precostituita. Appaiono eventi curiosi che suscitano l'attenzione dei presenti. Successivamente gli attori convogliano la discussione delle persone sui fatti che a loro interessa esplorare, immettendo informazioni e opinioni, agendo con i diversi personaggi che si sono dati e improvvisando col pubblico. Scopo dell'invisibile è far esprimere spontaneamente il pubblico per verificare le opinioni che emergono e per indicare alternative possibili. Per Boal non va mai svelato, pena l'annullamento della sua forza con la riduzione a "semplice evento teatrale". È un vecchio strumento che esiste da tempo immemore nella sua forma più semplice e che era usato in maniera massiccia durante la Repubblica di Weimer nella Germania pre-nazista, da gruppi di cosiddetti agit-prop. Boal lo usa e sistematizza in Argentina nel 1971 dove, da rifugiato politico, era costretto a fare teatro segretamente.

Ultimo aggiornamento ( lunedė, 19 febbraio 2007 18:28 )
< Precedente   Prossimo >
I pių letti
Chi è online
Abbiamo 13 visitatori online